3933 Letture

Iniziano i test di pCell, per velocizzare LTE in mobilità

Circa un anno fa Steve Perlman, CEO di Artemis Networks, aveva dichiarato come la sua startup fosse al lavoro su una tecnologia in grado di velocizzare le connessioni LTE/4G fino a 1.000 volte. Adesso, quella stessa tecnologia, viene ufficialmente portata al debutto nell'area di San Francisco (Stati Uniti).

Perlman ha spiegato che gli utenti potranno acquistare una scheda SIM facendo riferimento al sito web di Artemis che permetterà di connettere i propri dispositivi mobili alla rete pCell. In particolare, chi dispone di un iPhone 6 o di un iPad Air 2 già sbloccati non dovrà fare altro che acquistare la SIM ed inserirla nel proprio device.
Nel caso dei dispositivi a cuore Android, bisognerà assicurarsi di possedere un dispositivo mobile sbloccato compatibile con lo spettro di frequenza utilizzato dalla rete pCell.

Iniziano i test di pCell, per velocizzare LTE in mobilità

Cos'è pCell e come funziona

pCell è una tecnologia che avevamo presentato lo scorso anno (pCell, tecnologia per rendere LTE 1.000 volte più veloce) e che permette di combinare il segnale gestito dalle varie base station in modo che l'utente risulti sempre connesso ad una rete performante ai massimi livelli.
Le antenne pCell vengono posizionate nelle aree comprese fra i vari ripetitori LTE con l'intento di redistribuire il segnale in aree geografiche più ridotte praticamente azzerando il tipico problema di congestione che affligge i tradizionali collegamenti in mobilità.

Nonostante lo scetticismo più volte manifestato dagli addetti ai lavori, Artemis garantisce la bontà della tecnologia pCell. A parte il video appena pubblicato, che ritrae 16 dispositivi compatibili LTE (in questo caso, 16 iPhone) scaricare dati alla massima velocità possibile grazie a pCell, il primo vero test "sul campo" sarà quello al momento in fase d'avvio a San Francisco.



Iniziano i test di pCell, per velocizzare LTE in mobilità - IlSoftware.it