mercoledì 3 marzo 2021 di 1491 Letture
Microsoft Teams aggiunge la crittografia end-to-end alle conversazioni 1:1

Microsoft Teams aggiunge la crittografia end-to-end alle conversazioni 1:1

In arrivo entro metà dell'anno la crittografia end-to-end anche in Microsoft Teams, per il momento limitata alle conversazioni tra due utenti.

Vi ricordate del polverone che si sollevò quando Zoom faceva riferimento all'utilizzo della crittografia end-to-end quando ciò non corrispondeva al vero? Ne parlammo nell'articolo Zoom, le videochiamate non sono cifrate end-to-end.
In quell'occasione Matthew Green, crittografo e professore di informatica alla Johns Hopkins University, sottolineò com'è decisamente complicato utilizzare questa soluzione di sicurezza per le videoconferenze con tanti partecipanti.
Zoom ha poi successivamente integrato la cifratura dei dati end-to-end anche nei piani free: Zoom integra la crittografia end-to-end ma alcune funzioni non saranno utilizzabili.

Per quanto riguarda invece Microsoft Teams l'azienda di Redmond ha annunciato oggi l'introduzione della crittografia end-to-end unicamente per le chiamate 1:1 ovvero le conversazioni avviate su Teams tra due partecipanti.
La nuova possibilità, hanno spiegato i portavoce di Microsoft, sarà messa a disposizione degli utenti con un profilo in abbonamento entro il prossimo mese di giugno. In seguito sarà verosimilmente estesa a tutti.


Gli utenti di Teams potranno attivare l'utilizzo della cifratura end-to-end per quelle conversazioni 1:1 che richiedono una misura di protezione aggiuntiva. Saranno gli amministratori dell'account Teams a decidere quali utenti sono autorizzati a richiedere l'abilitazione della crittografia end-to-end.

Microsoft Teams aggiunge la crittografia end-to-end alle conversazioni 1:1 - IlSoftware.it