lunedì 11 gennaio 2016 di Michele Nasi 49213 Letture

PC si accende da solo, come risolvere

Diversi utenti, soprattutto coloro che sono di recente passati a Windows 10, hanno riferito che, talvolta, il PC si accende da solo in maniera apparentemente inspiegabile.

A "svegliare" il PC, ad esempio dallo stato di ibernazione (vedere Accendere e spegnere automaticamente il computer e Aggiungere ibernazione in Windows 8.1) possono essere applicazioni e servizi in esecuzioni, operazioni pianificate, periferiche hardware, impostazioni di Windows.

Se il PC si accende da solo, magari nelle situazioni meno indicate, suggeriamo innanzi tutto di aprire il prompt dei comandi con i diritti di amministratore e digitare quanto segue:

powercfg -lastwake
powercfg -waketimers



Il primo comando consente di stabilire quale componente ha richiesto, per ultimo, una riattivazione del sistema. Il secondo, invece, dà modo di controllare se fossero state fissate delle "sveglie" per la riaccensione del sistema in automatico.
I due comandi, quindi, consentono di solito di farsi un'idea di quali componenti provochino l'accensione del PC e, di conseguenza, il suo "risveglio".

Il comando seguente, invece, consente di stabilire quali componenti hardware hanno titolo per risvegliare il PC:

powercfg -devicequery wake_armed

Se il comando powercfg -waketimers dovesse restituire gli eseguibili mcupdate_scheduled e UpdateOrchestrator\Reboot, significa che Windows Media Center ed un componente di Windows Update (che si occupa di effettuare il riavvio del sistema dopo l'eventuale installazione degli aggiornamenti) sono configurati per accendere il PC da soli.

Per risolvere il problema, basta digitare Utilità di pianificazione nella casella di ricerca di Windows quindi, dalla colonna di sinistra, cliccare su Libreria utilità di pianificazione, Microsoft, Windows, Media Center.


Nell'area di destra, si dovrà cliccare due volte su mcupdate_scheduled e disattivare la casella Riattiva il computer per eseguire l'attività all'interno della scheda Condizioni.

PC si accende da solo, come risolvere

La stessa operazione dovrà essere effettuata nel caso dell'operazione chiamata mcupdate.

A questo punto, si potrà cliccare su Utilità di pianificazione, Microsoft, Windows, UpdateOrchestrator, Reboot quindi disattivare sempre la casella Riattiva il computer per eseguire l'attività nella scheda Condizioni.

È possibile anche disattivare le "sveglie" che permettono ai programmi di accendere il PC automaticamente, digitando Opzioni risparmio energia nella casella di ricerca di Windows.
Cliccando su Modifica impostazioni combinazione quindi su Cambia impostazioni avanzate risparmio energia, comparirà una finestra simile a quella riprodotta in figura.

PC si accende da solo, come risolvere

Dalla sezione Sospensione, cliccando su Consenti timer di riattivazione, si può provare a porre su Disabilita entrambe le voce Alimentazione a batteria ed Alimentazione da rete elettrica.

Digitando poi Sicurezza e manutenzione nella casella di ricerca di Windows 8.1 e Windows 10, apparirà la seguente schermata.

PC si accende da solo, come risolvere

Con un clic su Manutenzione quindi su Modifica impostazioni di manutenzione, si potrà verificare che la casella Consenti alla manutenzione pianificata di riattivare il computer all'ora pianificata.


Come abbiamo visto nell'articolo Accendere computer da Internet: come farlo con la funzionalità Wake-on-LAN (WOL), poi, il PC può essere acceso su indicazione della scheda di rete ethernet.

PC si accende da solo, come risolvere

Digitando Gestione dispositivi nella casella di ricerca di Windows quindi cliccando due volte su Schede di rete, sulla scheda ethernet ed infine accedendo alla scheda Risparmio energia, si potrà nel nostro caso controllare che la casella Consenti al dispositivo di riattivare il computer sia disattivata.

Non è escluso che se il PC si accende da solo il problema possa essere riconducibile a cause non ricomprese in quest'articolo. Riteniamo però che le indicazioni qui fornite possano essere un valido aiuto, soprattutto nel caso in cui si stessero usando Windows 8.1 o Windows 10.