5369 Letture

Pratiche scorrette da parte di Apple: multa da 900mila euro

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha comminato una sanzione ad Apple per un importo pari a 900.000 Euro. L'antitrust italiana ha stabilito che la società della Mela ha condotto alcune pratiche scorrette ai danni dei consumatori. La vicenda è quella balzata agli onori delle cronache lo scorso mese di settembre quando l'AGCM confermò ufficialmente di aver aperto un fascicolo con l'obiettivo di verificare il comportamento tenuto da Apple nel nostro Paese (ved. questo nostro articolo).

Oggi arriva la decisione dell'Autorità che ha spiegato, nel suo provvedimento, di aver rilevato due condotte scorrette: in primis, "presso i propri punti vendita e/o sui siti internet apple.com e store.apple.com, sia al momento dell'acquisto che al momento della richiesta di assistenza, (Apple Sales International, Apple Italia S.r.l. e Apple Retail Italia, n.d.r.) non informavano in modo adeguato i consumatori sui diritti di assistenza gratuita biennale previsti dal Codice del Consumo, ostacolando l0esercizio degli stessi e limitandosi a riconoscere la garanzia convenzionale del produttore di 1 anno". Inoltre, "le informazioni date su natura, contenuto e durata dei servizi di assistenza aggiuntivi a pagamento AppleCare Protection Plan, unite ai mancati chiarimenti sull'esistenza della garanzia legale biennale, erano tali da indurre i consumatori a sottoscrivere un contratto aggiuntivo quando la ‘copertura’ del servizio a pagamento si sovrappone in parte alla garanzia legale gratuita prevista dal Codice del Consumo".

L'antitrust ha condannato le società del gruppo Apple al versamento della sanzione complessiva di 900.000 Euro ripartita secondo il rispettivo fatturato annuo. "Le società, oltre a cessare le pratiche e comunicare all’Autorità le misure assunte per ottemperare al provvedimento, dovranno pubblicare un estratto della delibera dell’Antitrust sul sito www.apple.com in modo da informare i consumatori", conclude l'AGCM. "La società Apple Sales International, infine, entro 90 giorni, dovrà adeguare le confezioni di vendita dei servizi AppleCare Protection Plan, inserendo l’indicazione sulla esistenza e durata biennale della garanzia di conformità nonché indicando correttamente la durata del periodo di assistenza con riferimento alla scadenza della garanzia legale di conformità".


Gli impegni assunti dalla catena di vendita Comet sono stati invece accettati e resi vincolati dall'Autorità: "gli impegni presentati garantiscono che la società, sia sul proprio sito internet che all’interno dei punti vendita, offra un’informazione ampia e completa ai consumatori, relativamente alla garanzia biennale di conformità. Dagli esiti istruttori è peraltro emerso che la società Comet, ancor prima dell’avvio del procedimento, aveva iniziato a fornire un’informazione corretta ai consumatori e a prestare adeguatamente la medesima", si legge.

  1. Avatar
    montanarif
    12/01/2012 10:46:01
    e ancora andiamo a cercare il pelo nell'uovo di Microsoft. Io posseggo pc Microsoft ed Apple, non sono di parte, ma al di la della nicchia di elite che Apple si è costruita, Il sistema operativo di Redmond è superiore se non altro per il fatto che posso anche assemblarmi un pc a casa con pezzi provenienti da tutto il mondo, installarci Windows e vederlo funzionare. A chi difende la stabilità di Apple, ricordo che in quest'ultimo caso, chi produce il S.O. produce anche le macchine su cui va installato, e certo che è stabile. :mrgreen:
  2. Avatar
    Giallu
    28/12/2011 10:13:59
    Ancora continua la loro politica dittatoriale della mela. Siamo i migliori, solo noi siamo capaci di fare PC gli altri non sono nulla. I nostri prodotti sono superiori a tutti. Questa notizia non mi sconvolge perchè da un'azienza che fa della politica commerciale " l'abito fa il monaco" la dice lunga. Dimostrazione che la casa di cupertino pensa solo a fare soldi e non pensa ad i suoi Fan. Poveri clienti della mela, tifate ancora chi vi vende il bel vestito a peso d'oro. Ed oltre tutto nemmeno ve li vuole garantire. Bye. :D :D :D
  3. Avatar
    Alan Wake
    27/12/2011 21:59:37
    quindi che faccio.... chiedo il rimborso dei 180 "euri" pagati per il secondo anno ?? :roll:
  4. Avatar
    Morris
    27/12/2011 18:38:27
    Complimenti per la nostra vittoria! Ora sarebbe una bella cosa se la Apple offrisse a tutti coloro che hanno acquistato in Italia ed Europa una garanzia extra di uno o due anni, un prolungamento gratuito della garanzia sui prodotti acquistati in Italia, oltre ai due anni stabiliti a norma di legge. Il tutto a titolo di risarcimento per i suoi clienti. Speriamo in bene, in questo tempo di forte crisi.....
  5. Avatar
    Losco
    27/12/2011 16:06:12
    Meglio tardi che mai,l'unica società che si ostinava a garantire un anno di garanzia quando la legge ne impone minimo due. Oltretutto una decisione strana dei vertici Apple che hanno sempre puntato sulla qualità dei loro prodotti ma li garantivano per la metà del tempo dei concorrenti.Ora attendiamo il comunicato obbligatorio su Apple Store. I miei complimenti al gruppo Comet (che non conosco personalmente)che a detta dell'articolo spiegava chiaramente ai suoi clienti i diritti del consumatore,per curiosità ho visitato la loro home page che riporta chiaramente un visibilissimo link sui diritti e su le clausole e garanzie legali.
Pratiche scorrette da parte di Apple: multa da 900mila euro - IlSoftware.it