14803 Letture

Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Windows integra l'ottimo strumento Pulizia disco che abbiamo più volte menzionato, ultimamente, perché consente - tra l'altro - di eliminare i file occupati dalle precedenti installazioni del sistema operativo (ad esempio nel caso di aggiornamento da Windows 7 e Windows 8.1 a Windows 10) e recuperare spazio prezioso.

Nel caso di un hard disk tradizionale, 20 o 30 GB occupati non fanno molta differenza ma recuperare tale quantitativo di spazio si rivela spesso di fondamentale importanza allorquando si utilizzasse una moderna, veloce ma meno capiente unità SSD.

Nell'articolo Come liberare spazio su disco abbiamo visto come usare Pulizia disco oltre ad una serie di metodologie e strumenti per recuperare spazio.

Aggiungiamo questa volta un ulteriore interessante dettaglio. Per effettuare una pulizia disco più approfondita e recuperare un quantitativo di spazio ancora maggiore, è possibile eseguire l'utilità integrata in Windows richiamandola con un paio di switch poco conosciuti.


Per effettuare una pulizia disco avanzata, suggeriamo di provare quanto segue:

1) Aprire il prompt dei comandi di Windows con i diritti di amministratore.
Nelle versioni più recenti di Windows (Windows 8.1 e Windows 10), basta premere Windows+X quindi scegliere Prompt dei comandi (amministratore).
In Windows 7, si può digitare cmd nella casella di ricerca quindi cliccare con il tasto destro del mouse sulla voce cmd del menu e scegliere Esegui come amministratore.

2) Digitare il comando seguente:

cleanmgr /sageset:65535 /sagerun:65535


Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Il numero 65535 è stato scelto arbitrariamente ma ha un significato ben preciso. La versione "avanzata" dell'utilità Pulizia disco di Windows è capace di memorizzare le preferenze dell'utente. Tutti i numeri compresi fra 1 e 65535 possono essere pensati come tanti slot differenti in ognuno dei quali può essere memorizzato un differente set di preferenze per l'utilizzo del programma e la pulizia disco.
È quindi possibile creare, per esempio, un file batch che effettua la pulizia del sistema in maniera differente a seconda del numero che si utilizza.
Utilizzando un semplice batch, quindi, è possibile pensare di automatizzare la pulizia disco.

Pulizia disco: quali file superflui consente di rimuovere quando l'utilità viene avviata in modalità avanzata

Avviando Pulizia disco in modalità normale, gli elementi che è possibile rimuovere sono quelli indicati di seguito:

Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Cliccando sul pulsante Pulizia file di sistema, l'elenco completo degli elementi rimovibili è quello riportato nell'immagine:

Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Dopo aver impartito il comando cleanmgr /sageset:65535 /sagerun:65535, invece, Pulizia disco consentirà di eliminare gli elementi seguenti:

Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Come si vede, la modalità avanzata di Pulizia disco consente di sbarazzarsi dei file temporanei delle procedure d'installazione dei programmi, dei file dump di debug, dei file obsoleti relativi alla scansione disco (utilità chkdsk), delle precedenti installazioni di Windows, di varie tipologie di file di dump, dei file scartati dalla procedura di aggiornamento di Windows, di tutti i file relativi alla segnalazione degli errori nonché del file di registro dell'aggiornamento di Windows.


Creare un collegamento per la pulizia disco automatica

Il comando appreso in precedenza, può essere utilizzato per richiedere la pulizia disco automatica facendo semplicemente doppio clic su un collegamento.

In primis suggeriamo di usare il comando cleanmgr /sageset:65535 /sagerun:65535 e spuntare le voci corrispondenti agli elementi che si desiderano rimuovere.

Dopo aver fatto clic su OK, si potrà cliccare ad esempio sul desktop con il tasto destro del mouse quindi scegliere Nuovo, Collegamento.

Nella casella Immettere il percorso per il collegamento, si dovrà incollare quanto segue:
cmd.exe /c Cleanmgr /sagerun:65535

Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows

Per proseguire, bisognerà fare clic su Avanti quindi assegnare un nome al collegamento (ad esempio Pulizia disco).

Dopo aver fatto clic su Fine, si potrà eventualmente personalizzare l'icona del collegamento cliccandovi con il tasto destro del mouse, scegliendo Proprietà quindi Cambia icona. Si può ad esempio selezionare il file cleanmgr.exe in modo tale da usare la stessa icona dell'utilità Pulizia disco di Windows.


  1. Avatar
    mogano
    01/06/2016 20:01:55
    anche su Win 7 non vengono visualizzati i MB. Cosa curiosa, una volta creato il collegamento come indicato, se lo si clicca più volte cancella sempre qualcosa, nel senso che sembra non faccia una pulizia completa al primo clik ma ce ne vogliono un pò, quanti ? Non so rispondere.
  2. Avatar
    Leg@l4s
    01/06/2016 17:47:20
    confermo che su win 10 non vengono visualizzati i MB dei file che possono essere rimossi.
  3. Avatar
    xalx67
    30/05/2016 17:31:08
    Ennesimo articolo interessante :adoro: .. però vedo che con la pulizia avanzata non si riesce a vedere il peso dei file che si vanno a cancellare. Inoltre, uno poco esperto come me, non riesce a capire se sia il caso di eliminare tutto o se ci siano file che possano servire per il funzionamento di Windows (7 sp1).
Pulizia disco, come utilizzare quella avanzata in Windows - IlSoftware.it