51088 Letture
Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Gli speed test migliori: come utilizzarli ed evitare che i risultati forniti possano essere in qualche modo apparire falsati.

Quale strumento è possibile utilizzare per farsi un'idea della velocità della connessione Internet?
Di speed test ne esistono molti in rete: proviamo a presentarvi i migliori che consentono di monitorare in tempo reale le prestazioni della connessione sia in download che in upload.

Alcune regole generali prima di lanciare uno speed test

Per verificare la velocità della connessione di rete e ottenere un risultato attendibile, suggeriamo di seguire alcuni semplici passaggi.

1) Accertarsi che non vi siano trasferimenti di dati in corso

In primis è bene accertarsi di non avere trasferimenti di dati in corso, sia in upload che in download. Una buona idea potrebbe essere quella di disconnettere tutti i sistemi client collegati alla rete locale lasciandone solamente uno connesso al router via cavo Ethernet.
Per procedere, si possono scollegare i cavi Ethernet connessi al router e lasciarne collegato solamente uno (quello che connette il sistema di test). Dal pannello di configurazione del router, si potrà quindi disattivare temporaneamente l'interfaccia WiFi in modo da disconnettere i client wireless eventualmente collegati.

In alternativa, senza modificare nulla, si può accedere al pannello di amministrazione del router, portarsi nella sezione Statistics, Status o similare e controllare che il numero di bit per secondo trasmessi in downstream e in upstream non aumenti rapidamente (sarebbe sintomo evidente di trasferimenti dati in corso…).


Se si utilizzasse un dispositivo mobile collegato alla rete via 3G/LTE, è invece importante astenersi dallo scaricare dati e verificare che non vi siano attività di sincronizzazione in corso da parte delle app in esecuzione in background.
Inoltre, va tenuto presente che lo speed test consumerà alcuni megabyte di traffico dati: se si disponesse di un piano dati mobile molto limitato in termini di soglia mensile potrebbe non essere una buona idea eseguire lo speed test.

2) Eseguire il test senza prendere le conclusi come "oro colato"

Al termine di ciascuno speed test si possono analizzare i dati restituiti che vanno comunque sempre presi con le dovute cautele.
Come detto, è bene tenere presente che eventuali trasferimenti dati in corso sulla rete locale (come spiegato in apertura) possono influire negativamente sul risultato del test. In caso di dubbio può essere quindi ragionevole ripetere il test in momenti diversi.

3) Attenzione alla posizione geografica del server usato per lo speed test

Va evidenziato che la posizione geografica del server remoto e la sua stessa connettività possono influenzare significativamente i risultati, sia per ciò che riguarda la banda che la latenza. Può essere quindi interessante provare a ripetere il test appoggiandosi a diversi server italiani.

4) La temporanea congestione della rete può invalidare i risultati dello speed test

La temporanea congestione della rete (quindi indipendentemente dal traffico generato in download e upload sulla connessione dai dispositivi collegati in ambito locale) può letteralmente affossare i risultati dello speed test.
Se si risiedesse o si avesse la propria attività in un'area in cui le risorse di rete del provider cui ci si appoggia fossero sottodimensionate (saturazione in banda) rispetto alla richiesta degli utenti, è altamente probabile che in alcune ore del giorno lo speed test restituisca risultati mediocri rispetto a quelli attesi (vedere anche Connessione lenta, come capire qual è il problema).

5) I parametri fisici della rete influenzano significativamente le velocità di download e upload

È infine importante sottolineare che lo speed test fotografa la banda in upload e in download effettivamente disponibile all'atto pratico.
Se si disponesse di una ADSL che commercialmente può erogare 20 Mbps, la distanza dalla centrale o comunque dagli apparati DSLAM dell'operatore di telecomunicazioni e i disturbi presenti sul doppino telefonico possono indurre il modem router ad agganciare portanti più modeste.

Se la portante agganciata dal modem router fosse di 15 Mbps circa per una connessione ADSL da 20 Mbps, è possibile che all'atto pratico si possa disporre realmente di 11-13 Mbps da speed test. Valore che verrà confermato con un semplice download da browser facendo riferimento a un server remoto con una buona connettività in uscita (si provi il download di una famosa distribuzione Linux da un server veloce situato in Italia o nell'Europa settentrionale).

Analoghe osservazioni valgono per le connessioni in fibra ottica. Soprattutto nel caso delle FTTC (Fiber-to-the-Cab) è generalmente molto difficile (a meno di non trovarsi molto vicini all'armadio stradale con il sopralzo che ospita gli apparati DSLAM) raggiungere i 100 o i 200 Mbps pubblicizzati dall'operatore di telecomunicazioni.


Sull'argomento, suggeriamo la lettura dell'articolo SNR: cos'è, come aumentarlo e perché si abbassa su ADSL e VDSL.

6) Utilizzare gli strumenti forniti dai provider per conoscere le prestazioni di rete attese

Rispetto a qualche tempo fa sono disponibili sempre meno strumenti per avere informazioni sugli armadi stradali ai quali sono connesse le varie utente e, di conseguenza, stabilire la loro distanza.
Nell'articolo Test velocità ADSL e fibra: quali gli strumenti più attuali abbiamo presentato i migliori tool che consentono di farsi un'idea della struttura della rete alla quale è collegata la propria utenza, conoscere distanza da centrale e armadio stradale, ottenere una stima della velocità di download e upload.

Al crescere delle prestazioni delle connessioni di rete, i vari provider inseriscono nei contratti un'indicazione relativa alla velocità minima garantita. Di solito tali valori sono molto distanti da quelli di picco o comunque teorici pubblicizzati a livello commerciale.
Nel caso in cui si volesse avviare una contestazione formale nei confronti del provider Internet prescelto si dovrà necessariamente ricorrere al programma Nemesys di AGCOM: Velocità Internet, come verificarla e cosa fare se non venisse rispettato il contratto.


7) Alcuni operatori potrebbero limitare le velocità di trasferimento dati per alcune tipologie di traffico

Nell'articolo Velocità Internet limitata dal provider: ecco come scoprirlo abbiamo presentato Neubot, un tool che aiuta a verificare se l'operatore di telecomunicazioni prescelto applichi qualche restrizione in fase di trasferimento dati (ad esempio penalizzando certe tipologie di traffico).
A distanza di anni, nonostante in Europa si parli sempre di neutralità della rete, alcuni operatori di telecomunicazioni continuano imperterriti - almeno in certe zone - ad effettuare un traffic shaping aggressivo ovvero ad analizzare i pacchetti dati in transito e a penalizzare certi trasferimenti rispetto ad altri in termini di performance.


8) Usare lo speed test per controllare il proprio IP pubblico

Lo speed test può essere utilizzato anche per stabilire il proprio indirizzo IP pubblico (ovvero quello con cui ci si presenta a qualunque sistema remoto: Il mio IP: come trovarlo e a che cosa serve) e se si sta navigando con un indirizzo IPv4 o IPv6 (IPv6 Cos'è e perché è importante in ottica Internet delle Cose).

Test di velocità su IlSoftware.it con nPerf

Partiamo dallo speed test disponibile su IlSoftware.it e realizzato in collaborazione con nPerf.
Con un semplice clic consente di valutare le prestazioni della rete, indipendentemente che si utilizzi un collegamento Ethernet o WiFi con connettività ADSL o fibra (FTTH, FTTC, FTTE) oppure, su mobile 3G, 4G e 4G+.

Lo speed test de IlSoftware.it supporta connessioni fino a 1 Gbps in downstream ed è in grado di rilevare anche la latenza ovvero il tempo richiesto dai pacchetti dati per raggiungere correttamente il sistema di destinazione e tornare indietro.

Per avviare lo speed test de IlSoftware.it basta cliccare su Avvia test nella parte centrale del "tachimetro".
Il nostro speed test è responsive e sa quindi adattarsi perfettamente a qualunque dispositivo mobile: può essere quindi avviato sia su desktop/notebook che su tablet e smartphone.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Per impostazione predefinita, lo speed test scegliere automaticamente il miglior server da usare per mettere alla prova la velocità della connessione Internet.
Cliccando però su "La selezione automatica del server", si possono comunque selezionare server alternativi.


Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Per default, i valori vengono espressi in Mbps (Megabit per secondo) ma se si volessero ottenere i KB/s (chilobyte al secondo) o i MB/s (megabyte al secondo) ossia il dato che si legge di solito quando si scarica un file con qualunque browser web (vedere Differenza tra Megabit e Megabyte: come non cadere in errore e Mbps cosa significa e a che cosa corrisponde?), basterà fare clic sull'icona della chiave inglese e scegliere MiB/s.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

In realtà lo speed test fornisce i valori in kibibit/s, kibibyte/s, mebibit/s e mebibyte/s. C'è una piccola differenza rispetto a kbps, Mbps, KByte/s e MB/s.
Il dato dei mebibit/s e mebibyte/s che fornisce il nostro speed test è piuttosto preciso anche se "spannometricamente" sovrapponibile a Mbps e MB/s.
Un mebibit corrisponde esattamente a 1.048.576 bit mentre quando si parla di un megabit si fa convenzionalmente riferimento a 1.000.000 bit.
Analogamente, un mebibyte equivale a 1.048.576 byte (un byte = 8 bit) mentre un Megabyte viene fatto corrispondere a 1.000.000 byte.
L'errore percentuale nella modalità di espressione della misura della velocità di trasferimento dati in Mbps e MB/s è quindi pari a circa il 4,9% rispetto a mebibit e mebibyte.


Quando si utilizza uno speed come il nostro, si possono comunque leggere i risultati in kbps, Mbps oppure in KB/s, MB/s a seconda dell'unità prescelta.

Dopo aver cliccato su Avvia il test, lo speed test inizierà col verificare la velocità della connessione in downstream.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Verranno posti in download elementi di differenti dimensioni con lo scopo di verificare le performance della connessione. Vengono quindi rilevati il valore medio e quello di picco.

La stessa procedura verrà effettuata anche nell'altro senso: generato un set di dati di test da trasmettere al server remoto, il meccanismo di controllo verificherà la banda disponibile in upload sia come valore medio che di picco.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Lo speed test controllerà infine il valore di latenza (migliore rilevato e medio) esprimendolo in millisecondi (ms).

Speed test di Google: direttamente dal motore di ricerca

Anche Google mette a disposizione un pratico servizio per controllare velocità in download e upload della connessione.
Per accedervi basta portarsi sul motore di ricerca di Google quindi digitare speed test e infine cliccare sul pulsante Esegui test della velocità.

Lo speed test di Google trasferisce circa 40 Megabyte di dati e la prova richiede all'incirca 30 secondi per essere completata. Il test può essere eseguito senza problemi sia da sistemi desktop che da smartphone.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Realizzato in collaborazione con Measurement Lab (M-Lab), per il momento lo speed test di Google può controllare connessioni che offrono fino a 700 Mbps. Allo stato attuale, quindi, una connessione in fibra ottica FTTH a 1 Gbps potrebbe quindi non essere adeguatamente valutata dallo speed test Google.


Cliccando qui è possibile trovare il nuovo speed test che Google ha varato in occasione della presentazione di Stadia: Cloud gaming: anche Google permetterà lo streaming dei videogiochi con Stadia.

Speed test Fast.com di Netflix: immediato e semplicissimo da utilizzare

Chi avesse l'esigenza di lanciare uno speed test rapido su ADSL, fibra ottica o connessione dati su rete mobile può ricorrere a Fast.com.

Nella prima versione del servizio Fast.com si limitava a mostrare le prestazioni in download: adesso, cliccando sul pulsante Mostra altre informazioni, si può accedere ai valori della velocità di trasferimento dati in upload e della latenza.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Per approfondire, suggeriamo la lettura dell'articolo Test ADSL e fibra con il nuovo servizio Fast.com.

Uno dei più affidabili in assoluto: lo speed test di Ookla

Raggiungibile a questo indirizzo, lo speed test di Ookla rimane ad oggi uno degli strumenti più affidabili in assoluto, disponibili in rete, per verificare le prestazioni della propria connessione Internet.

Lo speed test di Ookla si mette in evidenza soprattutto per l'ampia possibilità di scelta del server da utilizzare, generalmente sempre molto vicino all'utente e spesso appartenente alla sua stessa rete (medesimo provider Internet).


Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido

Cliccando su Cambia server, è possibile selezionare un altro server per lo speed test da e verso il quale trasferire dati.

Speed test, verificare la velocità della connessione in modo rapido - IlSoftware.it