2452 Letture

La Germania introduce il reato di furto digitale

Due anni di reclusione. E' questa la pena che potrebbe venir comminata in Germania agli utenti che scaricano in maniera illegale contenuti audio e video coperti da diritti d'autore. La nuova legge antipirateria tedesca si riferisce espressamente all'utilizzo del materiale prelevato senza averne diritto in ambienti privati; coloro invece che utilizzassero tali contenuti per fini di lucro rischiano cinque anni di carcere.
La associazioni dei consumatori tedesche sono sul piede di guerra: secondo loro la legge - che dovrebbe entrare in vigore ufficialmente il 1° Gennaio 2007 - bollerebbe molte persone come criminali, permetterebbe alle autorità di gestire le segnalazioni provenienti da MPAA e RIAA come veri e propri ordini di cattura, consentirebbe la visita delle famiglie da parte degli ufficiali di polizia. Sull'altro piatto della bilancia c'è il mercato musicale tedesco in difficoltà con stime che parlano di circa 439 milioni di CD pirata in Germania solo nel corso dell'ultimo anno.
Brigitte Zypries, ministro della giustizia, difende la legge precisando che la copia per uso privato di un DVD regolarmente acquistato continuerà ad essere considerata lecita.

La Germania introduce il reato di furto digitale - IlSoftware.it