Sconti Amazon
giovedì 24 febbraio 2022 di 2431 Letture
Synology DiskStation Manager 7.1: le novità appena presentate

Synology DiskStation Manager 7.1: le novità appena presentate

Synology toglie il velo da DSM 7.1, l'ultima versione del sistema operativo per i suoi dispositivi NAS. Le principali novità in attesa del rilascio della versione finale.

DiskStation Manager (DSM) è il sistema operativo alla base del funzionamento dei NAS Synology.

L'azienda ha annunciato l'imminente arrivo di DSM 7.1, piattaforma che non è un semplice aggiornamento della precedente release ma include tutta una serie di funzionalità aggiuntive particolarmente utili per gli amministratori IT.

Per quanto riguarda l'ottimizzazione dello storage, DSM 7.1 aggiunge la funzionalità SMB DFS grazie alla quale diventa possibile collegare insieme diversi sistemi Synology facilitando l'accesso ai file.

Gli utenti finali non dovranno più ricordare indirizzi diversi perché l'accesso ai file sarà sempre "unificato" con le risorse ospitate sui diversi NAS disponibili attraverso la stessa interfaccia.

Per i cluster Synology High Availability gli utenti oggi possono vedere e gestire le unità su entrambi i sistemi da una singola istanza di Storage Manager in modo da semplificare enormemente gestione e manutenzione.

Sul versante delle performance DSM supporta già da tempo la cache flash permettendo così di potenziare le prestazioni in lettura e scrittura. Con la nuova versione del sistema operativo, la cache su SSD diventa ancora più pratica ed economica perché può essere contemporaneamente abilitata su più volumi di archiviazione.

Con DSM 7.1 i NAS Synology mostrano adesso le attività svolte in background usando una soluzione molto più efficace: in questo modo è possibile capire meglio, in tempo reale, ciò che avviene sul sistema, persino su diversi account utente.

Una funzionalità particolarmente utile sono i backup bare-metal che DMS 7.1 introduce. Utilizzando Synology Active Backup for Business gli utenti possono adesso beneficiare della possibilità di clonare e replicare l'intero sistema.

In questo modo si possono accelerare nettamente i tempi di ripristino (RTO) in caso di guasto totale di un sito. La funzione di ripristino completo del sistema consente inoltre di implementare e distribuire sistemi con identica configurazione in modo rapido e pratico.

Insieme a DSM 7.1 arriveranno una serie di migliorie per i principali software installabili dal Centro pacchetti:

  • Active Backup for Business: controllo della larghezza di banda, funzionalità ampliate di monitoraggio e reporting e supporto per i backup di DSM.
  • Active Insight: monitoraggio centralizzato dell'attività di login e stati delle attività di Hyper Backup.
  • Synology C2 Hybrid Share: snapshot sul lato server per una migliore protezione dei file.
  • Directory Server: supporto per i controller di dominio di sola lettura per migliorare flessibilità e sicurezza delle implementazioni.
  • Synology Drive: user experience sui dispositivi mobili rivisitata e migliori funzionalità di monitoraggio/auditing.
  • MailPlus: supporto per Virtual DSM, opzioni di gestione estese, miglioramento delle attività di importazione e migrazione.
  • Virtual Machine Manager: miglioramenti delle prestazioni I/O di archiviazione delle funzionalità QoS

Molte delle soluzioni che DSM 7.1 aggiorna e migliora sono state oggetto di approfondimenti nelle pagine del sito.

DSM 7.1 viene distribuito per il momento in versione "beta": gli utenti interessati a provare le nuove funzionalità possono quindi farlo sin da subito tenendo presente che quella offerta da Synology è comunque una release potenzialmente instabile.

Gli utenti interessati sono invitati a installare il software DSM 7.1 su sistemi virtualizzati o comunque non in ambienti di produzione.


Speciale Synology

Speciale Synology su IlSoftware.it
Buoni regalo Amazon
Synology DiskStation Manager 7.1: le novità appena presentate - IlSoftware.it