10052 Letture
Blocco schermo su Android, quali le opzioni disponibili

Blocco schermo su Android, quali le opzioni disponibili

Quali sono le principali modalità per proteggere il contenuto del dispositivo Android con il blocco schermo? E come fare quando si fossero dimenticati PIN, password e sequenze grafiche?

La schermata di blocco su Android, così come sui dispositivi "della concorrenza" impedisce l'accesso diretto al contenuto del dispositivo mobile da parte di utenti non autorizzati e previene le interazioni accidentali con lo schermo e con le funzionalità del telefono quando questo è in tasca o nella borsa.

Per attivare il blocco schermo su Android e, soprattutto, scegliere che tipo di protezione usare, basta accedere alle impostazioni del sistema operativo, toccare la voce Sicurezza quindi attivare la protezione mediante PIN, password o sequenza grafica.
Sui dispositivi che permettono lo sblocco dello schermo mediante impronta digitale, riconoscimento facciale o dell'iride, è comunque necessario impostare preventivamente un'altra protezione accessoria tra quelle già citate (PIN, password o sequenza).

Blocco schermo su Android, quali le opzioni disponibili

Com'è noto, quando il riconoscimento mediante impronta digitale o il riconoscimento facciale dovessero fallire (di solito dopo 5 tentativi), il dispositivo Android chiederà di introdurre PIN, password o sequenza corretti.


Il blocco schermo di Android mediante sequenza grafica offre un buon compromesso tra semplicità d'uso, immediatezza e sicurezza. Il consiglio è, di solito, quello di evitare sequenze grafiche troppo semplici (per evitare che possano ad esempio essere memorizzate da qualche persona fisicamente vicina, interessata a dare un'occhiata al contenuto del telefono…) ma, allo stesso tempo, quelle particolarmente complesse (l'operazione di sblocco del dispositivo mobile deve essere rapida e richiedere al massimo un paio di secondi.

Superare il blocco schermo con Smart Lock

Smart Lock è una funzionalità di Android che permette di evitare la scocciatura del blocco schermo quando, per esempio, ci si trovasse in un luogo affidabile (casa propria).

Smart Lock fa affidamento ai servizi di geolocalizzazione di Android per stabilire la posizione del dispositivo e disattivare il blocco schermo quando ci si trova nel luogo indicato.


Per attivare Smart Lock è sufficiente accedere alle impostazioni di Android, scegliere Sicurezza quindi Smart Lock. Toccando Luoghi attendibili si può impostare una zona in cui il blocco schermo dovrà risultare automaticamente disattivato (casa, ufficio o altri luoghi).

Va comunque tenuto presente che il servizio di geolocalizzazione di Android può non essere sempre preciso: lo smartphone risulterà quindi sbloccato entro un raggio di diversi metri dal punto esatto in cui ci si trova.

Smart Lock non va confuso con Smart Lock per password, uno strumento che permette di memorizzare sui server di Google le password e le credenziali via a via inserite nelle app Android installate sul dispositivo (vedere Funzioni Android da attivare o disattivare subito al paragrafo Smart Lock per password, utile ma con qualche riserva).

Scavalcare il blocco schermo quando non ci si ricordano PIN, password o sequenze

Fino al vecchio Android 4.4 KitKat, dopo aver sbagliato per 5 volte a inserire PIN, password o sequenza, il sistema operativo mostrava un pulsante per avviare il recupero del dispositivo mediante inserimento delle credenziali di accesso all'account Google.

A partire da Android 5.0, però, questa possibilità è stata rimossa: i possessori di un device Samsung possono sfruttare Trova dispositivo personale che consente di sbloccare il telefono da remoto previo login al proprio account utente.

In alternativa, su tutti gli altri dispositivi, si può ricorrere a Trova il mio dispositivo di Google che non soltanto consente di stabilire dove si trova il device mobile ma permette anche bloccarlo, sbloccarlo o cancellarne il contenuto da remoto riportandolo allo stato di fabbrica: Gestione dispositivi Android: si rinnova l'app per trovare i propri device.


Se si fossero dimenticati PIN, password o sequenza per lo sblocco del telefono, l'unico sistema consiste richiedere l'azzeramento del contenuto del dispositivo da Trova il mio dispositivo cliccando su Cancella.

Purtroppo, il comando Blocca consente soltanto di impostare il blocco schermo sui dispositivi ove non fosse stato precedentemente abilitato. Non permette invece di impostare una nuova password.

Usando il comando Cancella il blocco schermo di Android sarà rimosso ma, allo stesso tempo, tutto il contenuto del dispositivo sarà eliminato. Nell'articolo Come recuperare dati da Android: rubrica, foto, SMS e impostazioni delle app si possono trovare diversi suggerimenti per ripristinare velocemente i propri dati.

Anche nel caso in cui non si fosse abilitato il servizio Trova il mio telefono dalle impostazioni di Google nel dispositivo mobile Android (sezione Sicurezza quindi attivare le opzioni Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto) si potrà azzerare il contenuto del device.
La procedura varia a seconda del firmware utilizzato, soprattutto se si fosse installata una ROM di terze parti in sostituzione di quella originale: Aggiornamento Android, come effettuarlo quando sembra impossibile.

Per avviare il dispositivo in modalità recovery è sufficiente spegnerlo quindi premere la combinazione di tasti (di solito tasti volume e power) che permette di accedervi. Qui si troverà il comando Wipe data/factory reset o similare.


Blocco schermo su Android, quali le opzioni disponibili - IlSoftware.it