venerdì 5 marzo 2021 di 27783 Letture
Microsoft PowerToys per Windows 10: cosa sono e a cosa servono

Microsoft PowerToys per Windows 10: cosa sono e a cosa servono

Gli sviluppatori Microsoft continuano ad aggiornare i PowerToys per Windows 10: ecco tutto ciò che permettono di fare e quali funzionalità aggiungono al sistema operativo.

Chi ha memoria dell'"era Windows 95" si ricorderà certamente dei PowerToys, piccole utilità Microsoft che permettevano di modificare il comportamento del sistema operativo a proprio piacimento.

Nel 2019 sono stati presentati i nuovi PowerToys per Windows 10.
Secondo Brandon LeBlanc, Microsoft Senior Program Manager del team di Windows Insider, l'obiettivo dei nuovi PowerToys è quello di "fornire agli utenti più evoluti una serie di utilità pronte per l'uso che consentano di adattare l'interfaccia di Windows 10 alle proprie necessità e ai vari flussi di lavoro".

I PowerToys per Windows 10 vengono continuamente aggiornati e di frequente gli sviluppatori Microsoft e la comunità aggiungono nuove utili applicazioni.

La versione più recente dei PowerToys è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo cliccando sul file PowerToysSetup-xxxx-x64.exe (per le versioni a 64 bit di Windows 10).


Una volta installato il pacchetto contenente i PowerToys per Windows 10, verrà aggiunta un'icona nella traybar del sistema operativo, di solito in basso a destra.

Microsoft PowerToys per Windows 10: cosa sono e a cosa servono

PowerToys di Windows 10: quali utilità contengono e a che cosa servono

1) Color Picker. Un'applicazione utile soprattutto per gli sviluppatori web, i webmaster e i grafici che permette di estrarre i riferimenti a qualunque colore rappresentato sullo schermo utilizzando le notazioni delle differenti palette.
I colori vengono espressi usando le tabelle HEX, RGB, HSL e così via come spiegato in questo documento di supporto.

2) FancyZones. Uno strumento che permette di "disegnare" dei riquadri personalizzati sul desktop di Windows 10 e spostarvi le applicazioni in esecuzione.
La funzionalità, utile soprattutto con i monitor di grandi dimensioni, permette di monitorare l'attività di tutti i programmi caricati in Windows 10 passando da una finestra all'altra senza né usare la barra delle applicazioni né ricorrere alla combinazione di tasti ALT+TAB: Come passare da una finestra all'altra con ALT+TAB e le altre scorciatoie.



FancyZones offre molteplici layout "pre-confezionati" ma l'utente ha comunque la facoltà di organizzare il posizionamento delle finestre sul desktop usando lo schema che più preferisce.

Per approfondire, suggeriamo la lettura dell'articolo Affiancare le finestre sul desktop di Windows e gestire lo spazio.

3) ImageResizer. Una volta abilitato questo powertoy, portandosi in una cartella contenente delle immagini, selezionandole quindi facendovi clic con il tasto destro, si noterà la presenza del nuovo comando Ridimensiona immagini (ne abbiamo parlato nell'articolo Ridimensionare immagini da Esplora file in Windows).

All'utente viene offerta la possibilità di modificare molte impostazioni tra cui la dimensione dell'immagine che si vuole ottenere (evitando eventualmente di ottenere immagini più grandi di quella originale se la sua dimensione non lo permette), prendere o meno in considerazione l'orientamento delle immagini, modificare le proprietà (metadati) delle immagini, intervenire sui nomi dei file ottenendone versioni personalizzate, modificare i formati e così via. Maggiori informazioni sono reperibili in questa pagina.

4) Keyboard Manager. Aiuta a rimappare i singoli tasti e le varie scorciatoie da tastiera. È così possibile attivare compiti specifici usando combinazioni "ad hoc" oppure sostituire quelle standard già disponibili in Windows 10.
Nell'articolo Tasto menu sulla tastiera: a cosa serve e come rimapparlo abbiamo visto ad esempio come rimappare il tasto menu.

5) PowerToys Run. Dopo aver abilitato questo specifico powertoy, premendo ALT+Barra spaziatrice apparirà una casella di ricerca all'interno della quale si può digitare il nome di un'applicazione installata, di una cartella, di un file o di un programma in esecuzione. Il suo comportamento ricorda da vicino quello di Apple Spotlight in macOS.
A questo punto si potrà selezionarlo dall'elenco proposto e per avviarlo. Dalla stessa casella di ricerca i file eseguibili possono essere eventualmente avviati con i privilegi di amministratore.
La stessa casella è utilizzabile anche per effettuare calcoli matematici di base.

Un'alternativa a PowerToys Run è descritta nell'articolo Come attivare la ricerca immersiva in Windows 10 ed è già integrata a livello di sistema operativo. Apportando una modifica al funzionamento dello strumento di ricerca si potrà fare affidamento su una pratica finestra che apparirà al centro dello schermo.


6) PowerRename. Un'utilità che permette di rinominare più file in blocco alterando ogni caratteristica del loro nome.
La possibilità di utilizzare le regular expression (Regular expression o espressioni regolari: cosa sono e come utilizzarle) offre agli utenti uno strumento davvero potente per la modifica automatica dei nomi dei file.
Tutti i dettagli nel nostro articolo Rinominare più file con Microsoft PowerRename.

7) File Explorer add-ons. Abilitando questo powertoy si farà in modo che la finestra Esplora file di Windows 10 mostri l'anteprima del contenuto dei file in formato .SVG e .MD. Nel prossimo futuro verranno certamente aggiunti ulteriori formati.

8) Shortcut guide. Una sorta di "promemoria" che riassume le potenzialità del tasto Windows. Nell'articolo Cattura schermo: tutti i modi in Windows abbiamo visto come il tasto Windows possa essere utilizzato per acquisire screenshot ma i possibili impieghi sono davvero tanti come spiegato nell'approfondimento Tasto Win: le combinazioni più utili da usare in Windows 10.
Il powertoy si propone come una vera e propria guida per padroneggiare il tasto Windows.


Non è necessario attivare contemporaneamente tutti i PowerToys. Per utilizzare le funzioni di uno solo di essi è necessario avviare i PowerToys in modo che l'icona venga mostrata nella traybar di Windows.
Cliccando sui nomi dei PowerToys nella colonna di sinistra, tuttavia, è possibile decidere se attivarli o disattivarli al bisogno.

Microsoft PowerToys per Windows 10: cosa sono e a cosa servono

Dalla scheda Generale è inoltre possibile decidere se avviare sempre la finestra di gestione dei PowerToys con i diritti di amministratore (questi privilegi sono necessari per configurare molte alcune aggiunte) e se eseguirli subito dopo il login in Windows 10.
Si può anche chiedere ai PowerToys di scaricare eventualmente gli aggiornamenti quando disponibili (tranne che con le connessioni configurate in Windows 10 come "a consumo").

Microsoft PowerToys per Windows 10: cosa sono e a cosa servono - IlSoftware.it